Annotazione

Descrizione e contenuti nel linguaggio tecnico del Catasto e della Conservatoria della parola "Annotazione"

Annotazione in conservatoria

L'Annotazione presso la conservatoria, è una sorta di aggiornamento alle Trascrizioni o alle Iscrizioni già trascritte, essendo anche questa una formalità a tutti gli effetti come le stesse Trascrizioni e Iscrizioni.

Anche se può sembrare strano a primo impatto, ma l’Annotazione ha anche la parte a favore e contro che non è però dipendente dall’aggiornamento che si sta eseguendo, se è più a favore di una parte piuttosto che l’altra, ma conserva le stesse parti a favore e contro della formalità che si sta aggiornando, ci era a favore dunque resta a favore chi era contro resta contro.

L’Annotazione può essere di:

  • Cancellazione quando viene estinta una data iscrizione, esempio il mutuo, questo tipo di Annotazione deve essere presente nell’elenco delle formalità del soggetto o dell’immobile ispezionato quando l’ipoteca è stata saldata e quindi cancellata.
  • Restrizione quando viene modificata una data iscrizione in diminuzione principalmente sulla quantità dei beni.
  • Surroga quando vengono modificati sia il mutuo che la quietanza.

Esistono anche altri tipi di Annotazione, meno comuni di quelle appena elencate, dipendono dal tipo di domanda che si vuole fare annotare dal Conservatore.

UTENTI REGISTRATI


recupera password
Stime immobiliariCatasto LibreriaAbbonamento Fai da Te Catasto