Vecchi registri catastali

RIFORMA DEL CATASTO

Con Circolare N° 3/E del 18/2/2015 l'Agenzia delle Entrate riordina le nuove Commissioni Censuarie.

Come avevamo già annunciato nella nostra precedente news, la riforma del Catasto è giunta alla formazione delle Commissioni Censuarie. L'Agenzia delle Entrate emana il 18/02/2015 la Circolare 3/E diretta ad attuare la delega del Governo in merito al complesso lavoro per riformare il Catasto Italiano, partendo proprio dalle Commissioni Censuarie che avranno lo scopo di approvare i quadri estimativi dei beni immobili italiani.

La circolare mette in risalto in primo luogo com'erano le Commissioni Tributarie nella precedente Legge emanata con D.P.R. N° 650 del 26/10/1972 nella quale ricordiamo erano previste in 103 Commissioni Provinciali, una per provincia, ed avevano il compito: “…concorso nelle operazioni di formazione, di revisione e di conservazione del catasto terreni e del catasto edilizio urbano, nei limiti e modi stabiliti dalle disposizioni di legge e di regolamento per l'esecuzione delle anzidette operazioni…”.

Quindi come saranno le nuovi Commissioni Censuarie, in attuazione al D.L. N° 198 del 17/12/2014: in primo luogo cambiano di numero, passano a 106 Commissioni Locali e una Commissione Centrale con sede in Roma, da insediarsi entro il 28/1/2016, saranno, come dicevamo precedentemente, suddivise in tre sezioni:

Modificabili nelle quantità con apposito Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Viene dato mandato ai Comuni e alle organizzazioni maggiormente rappresentative del settore immobiliare, la possibilità di ricorrere contro le decisioni delle Commissioni Censuarie locali in merito alle varie approvazioni di prospetti, qualità, classi, qualificazioni e di classificazioni delle unità immobiliari.

La riforma del Catasto, ricordiamo, dovrà servire a distribuire in maniera equa il gettito fiscale proveniente da fabbricati e terreni, affinché ogni titolare di diritto paghi le tesse sugli immobili secondo il reale reddito che essi producono nell'attualità, per cui ci saranno inevitabilmente persone che pagheranno più tasse e altre che ne pagheranno di meno.

Meno recente>>>

UTENTI REGISTRATI


recupera password
Stime immobiliariCatasto LibreriaAbbonamento Fai da Te Catasto